Si continua a ridurre il carrello della spesa

Lettura 2 min

do Gigi Cabrino – “Prosegue anche a settembre la “volata” dell’inflazione, che fa segnare un aumento dell’8,9% su base annua (era +8,4% ad agosto) e dello 0,3% mensile (in questo caso c’è però almeno una frenata del ritmo di crescita rispetto al +0,8% del mese precedente). Sono i dati principali della stima preliminare diffusa dall’Istat che anche stavolta  vedono i beni energetici come i principali “responsabili” dell’aumento dell’indice ma, a differenza dei mesi scorsi, con un trend in diminuzione contrariamente ai beni alimentari, seguiti dai servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona. Su base tendenziale i beni alimentari crescono infatti dell’11,5% (+10,1% ad agosto).”

Spicca quindi l’aumento delle spese alimentari.

Osserva l’Ufficio Studi Confcommercio: “Il dato sull’andamento dei prezzi al consumo nel mese di settembre, seppure lievemente inferiore rispetto alle nostre stime, rappresenta un ulteriore tassello negativo all’interno di un quadro congiunturale in cui i segnali di rallentamento diventano sempre più concreti ed evidenti. Le tensioni che da oltre un anno si avvertono sulle materie prime, energetiche e non, si stanno diffondendo all’interno del sistema, come segnala l’ulteriore crescita dell’inflazione di fondo che ha raggiunto il 5% su base annua”.

Sono concreti i rischi di una ulteriore contrazione della domanda.

“i timori di un ridimensionamento della domanda delle famiglie, e di conseguenza del Pil nella parte finale del 2022, sono supportati da un’inflazione che per i beni ed i servizi che compongono il cosiddetto carrello della spesa ha superato l’11%, valore che potrebbe ancora crescere già a ottobre in considerazione degli aumenti attesi per il prezzo dell’energia e del gas e per il parziale trasferimento dell’incremento dei costi subiti dalle imprese sui prezzi dei beni e dei servizi destinati al consumo finale”.

Gigi Cabrino nato a Casale Monferrato (AL) nel 1977, laureato in economia aziendale, in Teologia e specializzato in servizi socio sanitari, padre di quattro figli. Consigliere comunale a Villanova Monferrato per due mandati a cavallo del secolo scorso e a San Giorgio Monferrato dal 2019. Lavoro nella scuola pubblica da alcuni anni come insegnante prima e tra il personale non docente poi. Atleta di fondo e mezzofondo da sempre.

Servizio Precedente

Siccità, il Nord non è fuori dall'emergenza

Prossimo Servizio

MOODY'S "MINACCIA" DI ABBASSARE IL RATING

Ultime notizie su Economia