Saldi solo alimentari. Ci vestiremo di cotechini, panettoni e torroni?

Lettura 2 min

di Cassandra – Saldi, un vecchio ricordo. Tranne che per il cibo. I beni alimentari sono i primi (e forse i soli?) a poter partire per le vendite sotto costo. Intanto però ci poniamo una domanda: ci vestiremo di cotechini, salami, zamponi e panettoni? Un po’ di sarcasmo in questo periodo in cui i sacrifici sono sempre e solo per i soliti, senza una garanzia di sostegno adeguato, crediamo sia più che legittimo.

“I saldi prendono il via solo per gli acquisti dei prodotti tipici delle feste di Natale e Capodanno offerti con sconti fino al 70%, dai cotechini ai pandori, dai panettoni ai torroni fino alla frutta secca”. E’ quanto afferma la Coldiretti in occasione dell’avvio della stagione dei saldi in tutta Italia nel sottolineare che “a causa della zona rossa nel weekend gli alimentari sono gli unici negozi aperti dove c’è l’opportunità di risparmiare anche sulla tavola per motivi esclusivamente commerciali che non influiscono in alcun modo sulle caratteristiche qualitative dei prodotti”.

Dunque, “in attesa di poter cogliere le offerte per abbigliamento e scarpe, sono da subito disponibili- sottolinea la Coldiretti- molti alimenti tipicamente natalizi che non possono essere conservati per il prossimo anno tra i quali soprattutto pandori, panettoni, torroni, cotechini, zamponi, ma anche la frutta secca o gli spumanti secondo formule diverse che vanno dall”uno per due’ al ‘due per tre’, ma possono essere offerti anche sconti rilevanti che arrivano fino al 70%”.

Offerte “di grande qualità” per i prodotti artigianali “sono disponibili nelle aziende agricole, negli agriturismi e nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica aperti in molte città”, segnala l’associazione agricola. Un’opportunità “per quanti non sono ancora completamente appagati dai menu delle feste di fine anno con le tavole del Natale e del Capodanno imbandite da ben di 3,5 miliardi di euro di cibi e bevande”.

E’ tuttavia “necessario- consiglia la Coldiretti- fare sempre attenzione alle date di scadenza obbligatoriamente indicate nelle confezioni per evitare di consumare prodotti vecchi”. 

Photo by Egor Myznik

Servizio Precedente

Lombardia, 2021 riapre con contagi in crescita

Prossimo Servizio

E' MORTO FORMENTINI - Ciao Marco, uomo della svolta del Nord. Le foto della campagna elettorale 1993

Ultime notizie su Economia