Saldi italiani post Covid. Gruppo Covivio fa shopping di hotel a Firenze, Roma e Venezia

Lettura 1 min

di Davide Parente – Sono molti gli hotel ad aver perso valore dopo il Covid. In molti stanno seriamente pensando di liberarsi di strutture molto costose che non riescono più a rendere. Altri, invece, come gruppi miliardari nel campo dell’hoteleria, stanno cercando di aumentare il loro “parco di hotel”.

Covivio, attraverso la sua controllata Covivio Hotels, detenuta al 43,3%, ha perfezionato l’acquisizione dal fondo Varde di un portafoglio di 8 hotel situati a Roma, Firenze, Venezia, Nizza, Praga e Budapest, per una somma di 573 milioni (248 mln di pertinenza del gruppo), compresi 86 milioni di lavori sugli immobili. Con questa acquisizione, come riporta Adnkronos Covivio consolida la propria posizione di leadership nel mercato immobiliare alberghiero, con un patrimonio di 6,8 miliardi (2,6 mld di pertinenza del Gruppo) nel centro cittadino di grandi destinazioni turistiche europee.

Questo portafoglio conta diversi hotel di pregio come Palazzo Naiadi a Roma, il Carlo IV a Praga, l’hotel Plaza a Nizza o il NY Palace a Budapest.
Gli hotel saranno gestiti dal Gruppo NH Hotel nell’ambito di una locazione a lungo termine “triple net”, con un canone variabile che prevede un minimo garantito, con un rendimento minimo del 4,7%. L’accordo ha una durata iniziale di 15 anni, prolungabile a 30 anni su richiesta dei NH Hotel.

Servizio Precedente

Covid. Bambini e mascherine: i medici consigliano di metterle anche ai peluche e nei disegni per farle accettare

Prossimo Servizio

L'INTERVISTA - Campania, Lega al 3,3% o al 14%? Ferrari Nasi: vi spiego la forbice tra Corriere e Sole24Ore

Ultime notizie su Economia