Riserve della Banca centrale russa. Le sanzioni colpiscono anche i fondi presso Fmi e Bri?

27 Febbraio 2022
Lettura 1 min

Una parte delle riserve della Banca centrale russa si troverebbe depositata presso la Bri, la banca dei regolamenti internazionali con sede a Basilea che funge da ‘banca centrale delle banche centrali’. E’ quanto afferma Bloomberg che cita alcune fonti secondo cui si tratterebbe di circa 20 miliardi di dollari sul totale di 640 miliardi. Secondo la stessa banca centrale di Mosca una parte delle riserve si trova presso “il Fondo Monetario internazionale, la Bri e alcune banche centrali nazionali” senza specificare di quali paesi siano. Non e’ chiaro se le sanzioni decise da Usa e Ue colpiscano anche i fondi presso i due organismi, Fmi e Bri.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Von der Leyen, stop transazioni Banca centrale russa

Prossimo Servizio

“La Cina, materasso contro le sanzioni russe”

Ultime notizie su Economia

CNA: IL TAGLIO DEI TASSI NON BASTA ANCORA

di Gigi Cabrino – Gli imprenditori di CNA da tempo attendevano un’inversione di tendenza nella politica monetaria della BCE e il taglio dei tassi della settimana scorsa è stato accolto positivamente; tuttavia

BCE regala un piccolo taglio dei tassi

di Gigi Cabrino – Era atteso ed è arrivato il primo leggero taglio dei tassi.Nessuna sorpresa da Francoforte, nonostante la piccola recente fiammata dell’inflazione. Infatti il Consiglio direttivo della Bce ha deciso
TornaSu

Don't Miss