Rialzo della benzina alla vigilia dello sciopero

Lettura 1 min

 Mentre si avvicina lo sciopero annunciato dai benzinai e alla luce del balzo delle quotazioni internazionali dei prodotti raffinati, si registrano nuovi rialzi sui listini dei prezzi consigliati dei carburanti. Stando alla rilevazione di Staffetta Quotidiana e Quotidiano Energia, Eni ha aumentato di due centesimi al litro i prezzi consigliati di benzina e gasolio. Stessa mossa per Q8, mentre per IP registriamo un rialzo di un cent/litro su entrambi i prodotti. Il risultato è un’ulteriore crescita delle medie nazionali dei prezzi alla pompa, con la benzina in ”fai da te” – secondo l’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico – a 1,84 euro/litro (1,98 ” sul servito”) e il gasolio a 1,89 (2,026 sul ”servito”). I prezzi praticati del Gpl si posizionano tra 0,792 e 0, 802 euro/litro (senza logo 0,772). Infine, il prezzo medio del metano auto si colloca tra 2,046 e 2,281 (no logo 2,147). Venerdì i prodotti raffinati in Mediterraneo avevano chiuso con la benzina a 636 euro per mille litri (+16 euro), diesel a 776 euro per mille litri (+27 euro).

Servizio Precedente

In un anno 1,6 milioni di dimissioni dal lavoro. Boom del malessere

Prossimo Servizio

UE: TRA CRISI DA MATERIE PRIME DA EST E CONCORRENZA SUL GREAN DEAL DA OLTREOCEANO

Ultime notizie su Economia

 La prevenzione dello spreco di cibo come risposta allo scatto dell’inflazione: l’86% degli italiani si impegna