NON E’ FINITA. IL GAS PUO’ SALIRE ANCORA

Lettura 1 min

La proposta Ue sul price cap al gas, 275 euro per megawattora secondo l’indice Ttf, è stata messa a punto per essere “pronti per il prossimo anno” e “tenendo conto del fatto che la situazione estrema” dei prezzi “come quella che si è verificata tra marzo e agosto potrebbe ripresentarsi”.

Lo ha detto la commissaria europea per l’Energia, Kadri Simson, in conferenza stampa, riferisce l’Ansa.

“La stessa situazione e le stesse circostanze di agosto potrebbero ripetersi, nelle nostre analisi quindi abbiamo visto qual è il tipo di livello di prezzo che dobbiamo praticare per stabilizzare la situazione e quali siano i rischi che dovremo affrontare l’anno prossimo”.

“Sappiamo che l’Ue paga prezzi molto elevati per il gas” e nonostante i prezzi siano scesi “restiamo esposti a delle dinamiche speculative” sui costi dell’energia. “Il nostro non è un intervento regolativo per fissare il prezzo del gas ma un meccanismo di ultima istanza che scatta” a certe condizioni e comunque “quando il prezzo predefinito del gas supera i 275 euro per megawattora per due settimane”. 

“Il limite di 275 euro a megawattora per il gas scambiato al Ttf e’ stato calcolato sullo scenario che abbiamo visto ad agosto e vogliamo evitare che si offrano scenari simili. Dobbiamo essere pronti a circostanze estreme”, ha spiegato ancora Simson sottolineando che “la proposta deve tenere conto delle preoccupazioni per la sicurezza delle forniture e il tetto deve essere alto abbastanza” da evitare un “aumento dei consumi di gas” in Europa.

Servizio Precedente

Grimoldi: Bossi sarà a evento di domenica del Comitato Nord

Prossimo Servizio

L'amaro del capo. Le promesse di Matteo non pigliano pesci

Ultime notizie su Economia