Meloni: Altro che rottamazione cartelle, fisco bussa a chi ha perso il lavoro

27 Febbraio 2021
Lettura 1 min

 “Nessuna proroga per il pagamento delle rate 2020 relative alla rottamazione ter, dal 1° marzo il fisco torna a riscuotere. Nessuna distinzione tra chi ha perso il lavoro, chi ha un’attivita’ danneggiata dalle restrizioni e chi invece ha mantenuto il reddito: la maggioranza che sostiene Draghi cala la mannaia e boccia gli emendamenti di Fratelli d’Italia per posticipare la riscossione. È impensabile che lo stesso Governo che obbliga alla chiusura attivita’ come palestre, ristoranti, cinema e teatri, poi pretenda che i lavoratori di questi settori debbano mettersi in regola coi pagamenti. Tutto cio’ e’ profondamente ingiusto: il Governo intervenga in extremis per esentare dalle prossime scadenze le categorie colpite”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Coprifuoco e divieti fino a Pasqua. Parrucchieri chiusi in zona rossa. Tutti i nuovi vincoli dell’era Draghi

Prossimo Servizio

Sputnik già in 38 Paesi. Ma Mosca non invia a Bruxelles richiesta autorizzazione Ema

Ultime notizie su Economia

Verso la riforma fiscale. Sanzioni dal 240 al 120%

Sanzioni dimezzate, dall’attuale 240% al 120%; introduzione del principio di proporzionalità rispetto al tipo di omissione o illecito commesso dal contribuente, con l’introduzione di un parametro di riferimento fissato al 70%. Arriva
TornaSu

Don't Miss