Lunghissimo Covid. E la Fiat produce mascherine a Mirafiori

4 Agosto 2020
Lettura 1 min

Riconvertirsi nel periodo più nero per il mercato dell’auto? Fatto.  Lo si apprende grazie ad una nota sindacale. E’ la Fismic Confsal a giudicare “positivamente la decisione di Fca di avviare, presso i siti di Mirafiori (Torino) e di Pratola Serra (Avellino), le attività produttive per l’installazione e messa a punto delle linee di produzione delle mascherine chirurgiche”.

E la nota prosegue: “Fca è un’azienda che mantiene fede agli impegni, puntando l’attenzione non solo nei riguardi dei dipendenti ma della società tutta”, dichiarano Dario Basso e Lida Mannucci, componenti della segreteria Fismic Confsal Torino. “Dare possibilità di lavoro – proseguono -, soprattutto in un periodo in cui la crisi è sempre più pressante, unendo rispetto e considerazione per la salute, sono sintomi che determinano una realtà produttiva industriale che non si ferma davanti alle difficoltà, ma mantiene coerentemente una linea salda verso la ripresa. Sarà nostro impegno dare a Fca tutte le disponibilità per raggiungere i comuni obiettivi”.

Photo by Lorenzo Lamonica 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

E ora Trump dice: i patrioti portano la mascherina

Prossimo Servizio

La voce di Musumeci, De Luca e Martello: basta clandestini!

Ultime notizie su Economia

Superbonus ahi ahi ahi. Ma chi lo votò?

“Il Superbonus , insieme al bonus facciate e, in misura minore, gli incentivi alle imprese Transizione 4.0 hanno inciso marcatamente sui conti pubblici degli ultimi anni lasciando anche una pesante eredità sul futuro”. A

730 “facile”? Con 152 pagine di istruzioni?

Nulla a che vedere con quanto accadeva qualche decennio fa, quando il “modello 730” fu definito addirittura “lunare”. Da più di qualche anno, fortunatamente, non è più così. Un lavoratore dipendente o

Draghi, fortissimamente Draghi

di Gigi Cabrino – È tornato a parlare del dossier sulla competitività che sta predisponendo per conto della commissione UE; e , come prevedibile, quando Mario Draghi parla e sue parole fanno
TornaSu