L’Istat: famiglie più povere al Nord

25 Ottobre 2023
Lettura 1 min

Nel 2022 sono in condizione di povertà assoluta poco piu’ di 2,18 milioni di famiglie (8,3 per cento del totale da 7,7 per cento nel 2021 ) e oltre 5,6 milioni di individui (9,7 per cento in crescita dal 9,1 per cento dell’anno precedente. Questo peggioramento e’ imputabile in larga misura alla forte accelerazione dell’inflazione. Il rapporto Istat su “La povertà in Italia, anno 2022” è un pugno nello stomaco.

L’incidenza della povertà assoluta fra le famiglie con almeno uno straniero e’ pari al 28,9 per cento, si ferma invece al 6,4 per cento per le famiglie composte esclusivamente da italiani. L’incidenza di povertà’ relativa si attesta al 10,9 per cento (stabile rispetto all’11,0 per cento del 2021) e le famiglie sotto la soglia sono 2,8 milioni.

E rispetto al 2021, la povertà cresce. Nel 2022 sono poco piu’ di 2,18 milioni le famiglie in povertà assoluta, per un totale di oltre 5,6 milioni di individui . Il fenomeno mostra una maggiore diffusione rispetto al 2021.

Più nel dettaglio, poi, l’incidenza a livello familiare è dell’8,3 per cento e quella individuale del 9,7 per cento contro rispettivamente, del 7,7 per cento e del 9,1 per cento nel 2021.

L’inflazione che non si ferma nonostante le batoste della Bce, che arricchiscono le banche, con un rialzo inutile dei tassi, fa sì che  l’incidenza delle famiglie in povertà assoluta si confermi più alta nel Mezzogiorno (10,7 per cento, da 10,1 per cento del 2021), con un picco nel Sud (11,2 per cento), seguita dal Nord- est (7,9 per cento) e Nord-ovest (7,2 per cento); il Centro conferma i valori piu’ bassi dell’incidenza (6,4 per cento). Tra le famiglie povere il 41,4 per cento risiede nel Mezzogiorno (41,7 per cento nel 2021) e il 42,9 per cento al Nord (42,6 per cento nel 2021).

Al Nord, abbiamo letto bene, ci sono le famiglie più povere.

L’Istat dice anche che rispetto alla tipologia del comune di residenza, l’incidenza di povertà e’ piu’ elevata per i comuni piu’ piccoli, fino a 50mila abitanti (diversi dai comuni periferia area metropolitana), con un incremento dei valori rispetto al 2021 a livello nazionale (8,8 per cento dal 7,9 per cento del 2021), in particolare nel Nord (8,1 per cento dal 6,9 per cento del 2021; nel Nord-ovest al 7,9 per cento dal 6,6 per cento del 2021). 

credit foto sandy-millar-KhStXRVhfog-unsplash

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

I popoli parlano grazie alle bandiere di Oneto

Prossimo Servizio

Il crollo dell’Svp, alleata dei centralisti e il siciliano De Luca, al Nord a dire: “Per avere un candidato autonomista deve venire uno dalla Sicilia? Ma non vi vergognate?”

Ultime notizie su Economia

Verso la riforma fiscale. Sanzioni dal 240 al 120%

Sanzioni dimezzate, dall’attuale 240% al 120%; introduzione del principio di proporzionalità rispetto al tipo di omissione o illecito commesso dal contribuente, con l’introduzione di un parametro di riferimento fissato al 70%. Arriva
TornaSu