LA TRUFFA DELLA BENZINA – “Governo fermi i rincari su carburante, è speculazione”

12 Marzo 2022
Lettura 1 min

Il Governo deve varare un decreto ad hoc per fermare le speculazioni sui carburanti e frenare l’escalation dei listini alla pompa. Lo afferma Assoutenti, dopo le dichiarazioni del ministro Cingolani che ha parlato senza mezzi termini di truffa. “Già nei giorni scorsi Assoutenti aveva denunciato la presenza di possibili speculazioni sui prezzi di benzina e gasolio tese a far salire in modo ingiustificato i prezzi alla pompa- spiega il presidente Furio Truzzi- Oggi il ministro conferma i nostri sospetti, e pertanto è necessario un decreto urgente da parte del Governo che introduca misure contro i fenomeni speculativi sui carburanti anche attraverso un coordinamento tra Guardia di Finanza, forze dell’ordine ed enti locali, prevedendo l’arresto e il carcere per chi commette illeciti sui prezzi di beni di prima necessità come i carburanti”. “Decreto che- aggiunge Truzzi- deve necessariamente prevedere la sterilizzazione dell’Iva sui carburanti e un taglio delle accise, per calmierare non solo i listini alla pompa, ma anche i prezzi dei prodotti trasportati”. 

Nella foto, un distributore a Livigno

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Mentre Kiev è assediata, Zelensky: Pronti a negoziare. Accolgo segnali da Russia per un incontro. Ipotesi a Gerusalemme

Prossimo Servizio

Nuovi colloqui in videoconferenza tra Russia e Ucraina

Ultime notizie su Economia

Openpolis, il Pil delle regioni italiane

L’ultimo interessante report della Fondazione Openpolis esamina il Pil delle regioni in Europa. In particolare, nell’evidenziare le differenze regionali italiane, si legge: “In Italia, tutte le prime regioni e province per produzione
TornaSu

Don't Miss