La Russia smette di inviare dal gasdotto Yamal-Europe. Germania avvia allerta preventiva per razionamento

31 Marzo 2022
Lettura 1 min

di Cassandra – L’altro giorno la Reuters ci faceva sapere che il i gas in arrivo dal gasdotto Yamal-Europe e diretto al punto tedesco di Mallnow aveva cessato di arrivare.

E si legge ancora che per spiegare le ragioni del black out, “I flussi effettivi non sono garantiti perché Gazprom non utilizza sempre la capacità prenotata”.

Da qui all’attivazione di Berlino del piano di emergenza per un razionamento il passo è stato breve.

Foto di Quinten de Graaf

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Ultimatum di Putin, dal primo aprile gas pagato in rubli o si chiudono i rubinetti. L’Ue: contratti prevedono anche euro

Prossimo Servizio

Depardieu scarica Putin: Deriva folle

Ultime notizie su Economia

Verso la riforma fiscale. Sanzioni dal 240 al 120%

Sanzioni dimezzate, dall’attuale 240% al 120%; introduzione del principio di proporzionalità rispetto al tipo di omissione o illecito commesso dal contribuente, con l’introduzione di un parametro di riferimento fissato al 70%. Arriva

Il governo, redditometro atto dovuto

“Era un atto dovuto, una misura su cui si è soffermata la Corte dei Conti, che sottintendeva anche un possibile danno erariale per la mancata adozione dei criteri induttivi, sospesi dal 2018,
TornaSu