La metà degli aiuti Caritas per la povertà al Nord. Serve un ministero per la Questione settentrionale o no?

Lettura 2 min

di Stefania Piazzo – Se vai a leggere il corposo lavoro della Caritas, il dossier “L’anello debole” sulla povertà in Italia, ti accorgi che il Paese sta scivolando in silenzio e nell’indifferenza, spesso, oltre la soglia dell’indigenza. E’ una linea di confine che non è superata solo per il dato economico statistico, ma perché la povertà è sociale, culturale, scolastica, professionale. E’ la somma di tante povertà.

Mentre scorri i dati leggi che “Nel 2021 la povertà assoluta conferma i suoi massimi storici toccati
nel 2020, anno di inizio della pandemia da Covid-19. Le famiglie in povertà assoluta
risultano 1 milione 960mila, pari a 5.571.000 persone (il 9,4% della popolazione residente).
L’incidenza si conferma più alta nel Mezzogiorno (10% dal 9,4% del 2020) mentre scende in
misura significativa al Nord, in particolare nel Nord-Ovest (6,7% da 7,9%). In riferimento
all’età, i livelli di povertà continuano ad essere inversamente proporzionali all’età: la
percentuale di poveri assoluti si attesta infatti al 14,2% fra i minori (quasi 1,4 milioni
bambini e i ragazzi poveri), all’11,4% fra i giovani di 18-34 anni, all’11,1% per la classe 35-64
anni e al 5,3% per gli over 65 (valore sotto il la media nazionale)”.

Certo sarà aumentata da una parte e diminuita dall’altra, ma il dato che spaventa è quando vai a vedere sulle schede di sintesi la ripartizione degli assistiti. Il Nord fa registrare il 50,4% degli assistiti. Il Sud il 20,9%, il Centro il 28,9%. Sta scritto. Vuol dire che l’apparente benessere diffuso non è quello che si crede che sia. Serve, ed è una provocazione, un ministero per la questione settentrionale?

Nella sintesi del rapporto, si legge anche che “il nord-Est e il Sud risultano le macroaree con la più alta incidenza di poveri di prima generazione”.

Come la mettiamo? Se questo non è un dato politico, se questa non è una questione settentrionale aperta, cosa lo è, a parte il silenzio della politica e dei partiti e dei sindacati che la povertà del Nord non la sanno mai vedere? Figuriamoci interpretare.

Servizio Precedente

Inflazione come nel 1983. Stipendi giù, spesa su. per quanto ancora?

Prossimo Servizio

Polizia imbavagliata in piazza a Milano il 20 ottobre. Protesta contro chi "frena" la sicurezza con area B e C

Ultime notizie su Economia