“Inspiegabile la chiusura dei centri commerciali nel week end dal 15 maggio”

23 Aprile 2021
Lettura 1 min

 “Forza Italia e’ convintamente in maggioranza e non smarrira’ mai la bussola della responsabilita’ e della pazienza, requisiti necessari per tenere unita una grande e composita coalizione, ma stamani chiediamo che qualche fonte autorevole del governo ci spieghi quale bussola – non certo quella del buonsenso – abbia portato a cancellare nottetempo la riapertura dei centri commerciali nei week-end a partire dal 15 maggio”. Lo afferma in una nota la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini. “Una marcia indietro inspiegabile, che rappresenta una misura ulteriormente punitiva nei confronti di un settore duramente penalizzato a beneficio dell’e-commerce, e che ha sopportato con enorme senso di responsabilita’ un anno di restrizioni del tutto illogiche. Illogiche perche’ gli ampi spazi a disposizione e orari prolungati consentirebbero un afflusso ordinato e in sicurezza dei clienti, molto piu’ che negli assembramenti che si verificano nei centri urbani. E’ dunque inammissibile che i centri commerciali non possano ancora contare su una data certa per le riaperture nei week-end: non si puo’ tirare ulteriormente la corda, visto che sono in ballo quasi 800 mila posti di lavoro. Forza Italia si impegna dunque a modificare il decreto per rispondere al sos lanciato stamani da Federdistribuzione”, termina Bernini.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Università California impone obbligo vaccinale

Prossimo Servizio

Sindacato Confael: No a sospensione medici che rifiutano vaccino

Ultime notizie su Economia

Superbonus ahi ahi ahi. Ma chi lo votò?

“Il Superbonus , insieme al bonus facciate e, in misura minore, gli incentivi alle imprese Transizione 4.0 hanno inciso marcatamente sui conti pubblici degli ultimi anni lasciando anche una pesante eredità sul futuro”. A

730 “facile”? Con 152 pagine di istruzioni?

Nulla a che vedere con quanto accadeva qualche decennio fa, quando il “modello 730” fu definito addirittura “lunare”. Da più di qualche anno, fortunatamente, non è più così. Un lavoratore dipendente o
TornaSu

Don't Miss