Il ministro del Lavoro: favorevole a obbligo vaccinale. Anche Landini Cgil: Se lo fanno siamo d’accordo

Lettura 1 min

“Obbligo vaccinale? Non avrei alcuna remora a sostenere questa posizione, ma ci sono difficoltà all’interno della maggioranza”. Lo ha detto nel corso di un’intervista a Radio Immagina, a margine del confronto con il segretario della Cgil Maurizio Landini alla Festa Nazionale dell’Unità, il ministro del Lavoro Andrea Orlando. “Personalmente – ha spiegato Orlando – sono favorevole, compatibilmente con tutte le verifiche del caso dal punto di vista scientifico e dal punto di vista della costituzionalità di un’eventuale norma introdotta in questo senso. Di certo non avrei alcuna remora a sostenere una posizione di questo tipo, ma – ha concluso – vedo difficoltà applicative a causa delle opinioni differenziate che ci sono all’interno della maggioranza”.

 “Governo e Parlamento si assumano responsabilita’ su obbligo” L’obbligo vaccinale “non puo’ essere una cosa demandata alle parti sociali, questa e’ una responsabilita’ che il Governo e il Parlamento si devono assumere. Se lo fanno siamo d’accordo, se non lo fanno questo e’ un limite e non puo’ ricadere sulle condizioni di chi lavora”. Cosi’ il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, a margine di un’iniziativa alla festa dell’Unita’ a Bologna.

Servizio Precedente

Secondo Oms entro dicembre altri 236mila morti per Covid: più contagi con viaggi e poche vaccinazioni

Prossimo Servizio

Vaccini, un po' di chiarezza per favore. Garantisce di più il tampone o il green pass?

Ultime notizie su Economia