Finanziamento Covid da 25mila euro, come impiccarsi al mutuo in quattro semplici mosse

Lettura 2 min

di Cassandra – Avete presente il prestito base di 25mila euro garantito dallo Stato? Quali garanzie? Ragazzi, la storia è un’altra. E la storia è che hai quattro possibilità per restituire il finanziamento erogato per la crisi da Covid.

Prima possibilità: paghi in 36 mesi, i primi 24 sono di preammortamento, dal 2022 inizi a restituire tutti i soldi in 12 mesi con rate da 2.083,33 euro mensili. Una botta!

Seconda possibilità: paghi in 48 mesi, i primi 24 sono di preammortamento degli interessi dello 0,25%, dal 2022 inizi a restituire tutto il mutuo in 24 mesi con rate da 1.044,38 euro al mese.

Terza possibilità: paghi in 60 mesi, i primi 24 mesi sono di preammortamento con 0,75% di interessi, dal 2022 inizi a restituire il prestito in 36 rate da 702,50 euro.

Quarta possibilità: paghi in 72 mesi, i primi 24 sono di preammortamento all’1% di interessi, dal 2022 inizi a restituire il prestito in 48 rate da 531,54 euro.

Tiriamo le somme. Se hai la corda al collo e l’acqua inizia a salire, prendi il primo gancio e ti salvi. Ma poi ti resta il problema di immaginare se tra due anni sei ancora vivo, se l’attività si è rialzata, se non hai chiuso. Perché quei 25mila e anche meno euro (dipende da quanto hai fatturato gli anni prima), ti servono solo per coprire le spese vive di tre mesi di fermo obbligatorio e delle tasse da pagare, rinviate solo di due mesi. Idem i contributi che scadono a maggio. Per non parlare della ripresa che quest’anno la vedi lontana con binocolo.

Insomma, non è un prestito, è un’ipoteca sulla vita. Puoi decidere se morire subito o se farti il funerale più avanti. L’attesa è scandita in comode rate.

Photo by Icons8 Team 

Default thumbnail
Servizio Precedente

Efficienza sanitaria lombarda. Sindaco pavese denuncia Ats: "Assente per test e controlli"

Prossimo Servizio

La lettera - Cara dr. De Mari, il volontariato non è fatto da sciacquine

Ultime notizie su Economia