Effetto Covid. Si risparmia, non si spende. Il futuro fa paura

Lettura 1 min

 Il Censis ci regala la fotografia del nostro panico da Covid, l’insicurezza generata dall’incertezza del futuro, del lavoro che non c’è più per tanti, troppi lavoratori. Emerge infatti che il 38,9% degli italiani ha incrementato il proprio risparmio nel periodo del lockdown. La percentuale sale al 49,1% tra i risparmiatori abituali. Del resto, nel periodo della quarantena sono stati 28 milioni i percettori di reddito le cui entrate non sono state intaccate (pensionati, dipendenti pubblici, lavoratori del settore privato non in Cassa integrazione o congedo parentale), pari al 71,2% del totale.

Gli altri, invece, non avendo la copertura dello Stato, si attaccano al tram. In questi comunque il risparmio accantonato è cresciuto di 34 miliardi, quasi pari all’importo del Mes.

Servizio Precedente

Venezia, Brugnaro: annullati fuochi del Redentore. Ma la Regione non aveva riaperto tutto?

Prossimo Servizio

Dante mise Maometto all’Inferno. Il politicamente corretto brucerà anche la Divina Commedia?

Ultime notizie su Economia