Denuncia Coldiretti: Over 65, in 300mila chiedono aiuto per mangiare. Nord più colpito

Lettura 1 min

Nell’anno del Covid salgono a trecentomila gli italiani over 65 costretti a chiedere aiuto per mangiare. E’ quanto emerge da una proiezione della Coldiretti sulle persone che hanno beneficiato di aiuti alimentari con i fondi Fead per gli indigenti, divulgata in occasione della giornata internazionale delle persone anziane proclamata dall’Onu che si celebra il 1° ottobre. Il peggioramento della situazione economica va ad aggravare una situazione – sottolinea la Coldiretti in una nota – che nel 2020 ha visto la terza eta’ pagare un altissimo contributo di vite alla prima ondata di coronavirus, privando la societa’ e le famiglie di un contributo affettivo e sociale inestimabile, come ha ricordato il Presidente della repubblica Sergio Mattarella in occasione della ricorrenza.

Proprio a causa della pandemia si stima che la speranza di vita sia destinata per la prima volta ad abbassarsi, con un calo di addirittura 2 anni nelle province del Nord Italia piu’ colpite, secondo un’analisi Coldiretti su dati Istat. I problemi legati al Covid si innestano su una situazione che vede una fetta importante della popolazione anziana che – ricorda Coldiretti – mai prima d’ora avevano sperimentato condizioni di vita cosi’ problematiche presentarsi presso i centri di distribuzione dei pacchi alimentari e alle mense della solidarieta’, mentre ai centralini arrivano decine di telefonate al giorno con richieste di aiuto da parte di chi si vergogna a trovarsi per la prima volta in questo tipo di difficolta’.

Servizio Precedente

ESCLUSIVO - Verbale Carabinieri su orsi catturati: Casteller non garantisce benessere. M49 ha smesso di mangiare. M57 si procura ferite, tutti sotto farmaci per gestire lo stress e gli spazi ristretti

Prossimo Servizio

Recovery Fess? Non sono più certi i 200 miliardi promessi

Ultime notizie su Economia