Danni da smartworking: incassi dimezzati per un bar su tre. L’87% se necessario pronto a ridurre personale

4 Luglio 2020
Lettura 1 min

“State a casa”. E a casa ci siamo stati. Anche per lavorare in smartworking. Qual è il prezzo? Il sondaggio condotto tra circa 300 imprese associate a Fiepet, la federazione italiana dei pubblici esercizi aderente a Confesercenti, l’effetto non sono solo gli 11 milioni di turisti che mancano all’appello ma anche 1,6 milioni di lavoratori che hanno smesso per mesi di consumare a bar e ristoranti. E ancora per molti è così. Un’impresa su tre ha perso la metà del fatturato, e il 21,8%, oltre due attività su dieci, temono la chiusura. Se la situazione dovesse continuare, l’87,5% delle imprese valuterà di ridurre i dipendenti definitivamente.

Se la crisi persistesse, il 62,1% delle imprese teme di dover rinunciare all’attività.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

VIDEO / Andrea Crisanti e la Bill & Melinda foundation secondo Byoblu

Prossimo Servizio

Cosa aveva detto Zaia venerdì annunciando ordinanza

Ultime notizie su Economia

Pilotate anche le aste giudiziarie

Operazione antimafia tra Catania, Siracusa e Teramo. Oltre 300 Carabinieri del Comando provinciale di Catania stanno eseguendo misure cautelari nei confronti di 17 persone, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, associazione
TornaSu

Don't Miss