Covid, perdono il posto 4mila frontalieri

30 Novembre 2020
Lettura 1 min

Non tira una bella aria dalle parti del Canton Ticino. Non di certo per i 4000 frontalieri che entro fine anno in totale avranno perso il lavoro. Il saldo negativo causa Covid era arrivato a settembre a 3000, ma la seconda ondata ha poi fatto il resto.

“Sono cifre assolutamente realistiche – conferma Andrea Puglia, responsabile dell’Ufficio dei frontalieri del sindacato OCST parlando a Tvsvizzera.it – ricavate sulla base dei formulari di disoccupazione compilati dai frontalieri senza lavoro per chiedere il versamento dell’indennità di disoccupazione. Richieste che dall’italiana Inps (istituto nazionale di previdenza sociale) giungono a noi”.

Ma è lo stesso sindacato a specificare poi che anche per i residenti l’orizzonte non è migliore e anzi supera di 1000 unità il saldo negativo dei frontalieri.

Photo by Antonio Sessa

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Nursing Up: 50 infermieri caduti per Covid

Prossimo Servizio

Coronavirus può entrare nel cervello attraverso il naso. Così si spiega perdita gusto e olfatto

Ultime notizie su Economia

Openpolis, il Pil delle regioni italiane

L’ultimo interessante report della Fondazione Openpolis esamina il Pil delle regioni in Europa. In particolare, nell’evidenziare le differenze regionali italiane, si legge: “In Italia, tutte le prime regioni e province per produzione
TornaSu

Don't Miss