Consumi non ripartono

Lettura 1 min

“I consumi degli italiani non ripartono, e a marzo le vendite al dettaglio rimangono ferme, con numeri deludenti su base trimestrale”. Ad affermarlo è il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, commentando i numeri forniti oggi dall’Istat. “Il 2021 doveva essere l’anno della ripartenza per i consumi, ma al momento i dati dell’Istat confermano come la spesa degli italiani sia ferma. Il confronto con le vendite del 2020 risulta fortemente alterato dal lockdown totale registrato a marzo dello scorso anno, ma se si analizza l’andamento trimestrale i numeri appaiono deludenti e al di sotto delle aspettative, con una diminuzione del -0,3% in volume che raggiunge il -0,6% in valore per i beni alimentari”, spiega Rienzi. “L’Italia continua a vivere una fase di crisi sul fronte dei consumi, legata non solo alle misure anti-Covid, ma ad un generale impoverimento delle famiglie causato dall’emergenza sanitaria”, conclude il presidente del Codacons.

Servizio Precedente

Gran Bretagna, inizia la conta dei voti. Fari accesi su Scozia e Galles

Prossimo Servizio

Zaia accelera: dopo i 40enni non escludo un liberi tutti

Ultime notizie su Economia