Confesercenti: Rendere obbligatorio il vaccino, lo chiede l’emergenza. Non basta andare per gradi

Lettura 1 min

Quarantene e contagi tra i lavoratori rischiano di costringere le piccole imprese alla chiusura e “in alcuni casi sta già avvenendo. Temo che visto l’andamento dei contagi la situazione peggiorerà nei prossimi giorni. Serve un sistema di tamponi più rapido per non ritardare il rientro di chi è in quarantena”. Lo dice, al ‘Corriere della Sera’, la presidente di Confesercenti Patrizia De Luise. “Il governo ha irrigidito la normativa per gradi. Una modalità giustificata e comprensibile. Vista l’emergenza in cui ci ritroviamo ora, però, il vaccino obbligatorio va preso in considerazione”, aggiunge. 

Servizio Precedente

Peste suina, l'Enci decreta lo stop di tutte le attività sul campo in 5 Regioni nel Centro Nord: Lombardia, Piemonte, Liguria, Toscana, Emilia Romagna

Prossimo Servizio

Quirinale, se tre senatori della Lega dicono che voteranno Bossi. Ma lo sussurrano in anonimato

Ultime notizie su Economia