Cina apre inchiesta su Alibaba

24 Dicembre 2020
Lettura 1 min

L’Autorità di regolazione del mercato cinese (SAMR) ha lanciato un’inedita inchiesta nei confronti del gigante dell’e-commerce Alibaba, fondata dal miliardario Jack Ma. Lo hanno reso noto oggi i media cinesi. Secondo l’agenzia di stampa Xinhua, l’autorità regolatoria sospetta Alibaba di aver agito da monopolio, in particolare costringendo gli operatori alla firma di patti di cooperazione esclusiva, che impedissero di offrire i prodotti su piattaforme rivali.

 Nel mirino anche lo spin-off di Alibaba, l’Ant Group, nei confronti del quale la banca centrale cinese e l’autorità regolatoria del mercato bancario e assicurativo hanno annunciato l’avvio di colloqui per portare il gruppo al rispetto diuna serie di principi finanziari per il mantenimento di un’equa competizione e per la protezione dei legittimi diritti dei consumatori. Questa mossa è stata annunciata dalla Banca centrale cinese con un comunicato sul suo sito internet. 

Foto Markus Winkler

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Trump pone veto a bilancio della Difesa degli Stati Uniti. Non prevede abolizione “articolo 230”, che tutela social network

Prossimo Servizio

Voto Usa, Corte accoglie ricorso Trump su Pennsylvania

Ultime notizie su Economia

Superbonus ahi ahi ahi. Ma chi lo votò?

“Il Superbonus , insieme al bonus facciate e, in misura minore, gli incentivi alle imprese Transizione 4.0 hanno inciso marcatamente sui conti pubblici degli ultimi anni lasciando anche una pesante eredità sul futuro”. A

730 “facile”? Con 152 pagine di istruzioni?

Nulla a che vedere con quanto accadeva qualche decennio fa, quando il “modello 730” fu definito addirittura “lunare”. Da più di qualche anno, fortunatamente, non è più così. Un lavoratore dipendente o

Draghi, fortissimamente Draghi

di Gigi Cabrino – È tornato a parlare del dossier sulla competitività che sta predisponendo per conto della commissione UE; e , come prevedibile, quando Mario Draghi parla e sue parole fanno
TornaSu