Cassa integrazione, 10 regioni da Nord a Sud non fanno presentare ancora le domande

Lettura 1 min

Sono 10 le regioni italiane che non consentono ancora di presentare le domande di Cassa Integrazione in Deroga a causa di intoppi burocratici o trattative con le parti sociali che vanno per le lunghe. Abruzzo, Bolzano, Sicilia, Trento, Umbria, Valle d’Aosta non hanno ancora ufficializzato la data da cui sarà possibile inoltrare le istanze; mentre in Basilicata e Sardegna sarà possibile farlo dall’8 aprile; in Calabria e in Emilia-Romagna dal 6 aprile, ma in quest’ultima regione l’invio delle richieste per le 4 settimane precedenti si è concluso solo nei giorni scorsi.

L’esasperazione sociale inoltre, in costante crescita, sta creando anche tensioni diffuse, sfociate in tentativi di aggressione a Consulenti del Lavoro, erroneamente percepiti o ritenuti dai lavoratori quali responsabili della mancata percezione delle somme maturate a titolo di ammortizzatori sociali. Per questo, la Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine, Marina Calderone, ha scritto al Ministro dell’Interno, Prefetto Luciana Lamorgese, per segnalare episodi di violenza o minaccia alla Categoria.


Delle difficoltà delle procedure per richiedere la Cig in deroga e dei disagi riscontrati dalla Categoria se ne discuterà il 6 aprile nel corso della diretta di “Diciottominuti – uno sguardo sull’attualità”, in onda sul sito www.consulentidellavoro.it e sulla pagina Facebook Consulenti del Lavoro.

Photo by Headway

Servizio Precedente

Giornalisti e storici toppano la data della peste di Atene. Il Presidente Fondazione Paestum su FB: per favore, rispettare la storia, i secoli non sono noccioline!

Prossimo Servizio

BUROSAURI - Salvini chiede una sanatoria edilizia? "Dimentica le pratiche sospese da 35 anni"

Ultime notizie su Economia