Bonomi: Nella manovra nessuna risposta a fame di lavoro di giovani, donne e tempo indeterminato

Lettura 1 min

La legge di bilancio e’ “il primo mattone di quella grande casa che dobbiamo costruire” con il Pnrr, “invece vediamo che si va a discutere su cose che non vanno a dare risposte alle categorie che nelle crisi soffrono sempre e in questa crisi hanno sofferto piu’ degli altri: i giovani, le donne, i lavoratori a tempo determinato”. Lo ha detto Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, intervenendo all’assemblea di Confindustria Firenze. “Abbiamo visto la battaglia delle bandierine, una su tutte la battaglia per il rifinanziamento del reddito di cittadinanza”, ha aggiunto Bonomi, secondo cui lo strumento cosi’ com’e’ oggi strutturato” e’ diventato “uno strumento che scoraggia il lavoro nel Mezzogiorno”. Peraltro, ha ricordato il presidente di Confindustria, “a giugno siamo stati bombardati perche’ si diceva che con lo sblocco dei licenziamenti arrivavano 2 milioni di licenziamenti. Il problema e’ un altro, e’ che noi non troviamo le figure professionali per le nostre imprese, questa e’ la realta’ dei fatti”.

Servizio Precedente

Baviera cancella mercatini di Natale, chiusi bar e discoteche

Prossimo Servizio

Zaia, lockdown per non vax non possibile in Italia. Ma il toscano Giani: Chi non si vaccina stia a casa. Confindustria: Riflettere su obbligo

Ultime notizie su Economia