Bollette, prorogato il mercato tutelato

12 Novembre 2022
Lettura 1 min

di Gigi Cabrino – Il governo ha accolto le richieste provenute da più parti di prorogare la scadenza del mercato tutelato del gas. Con l’innalzamento dei prezzi ormai sono pochi gli operatori nel mercato libero a stare sotto i prezzi di quello tutelato.
“Il mercato tutelato del gas per famiglie e imprese viene prorogato al 10 gennaio 2024. La proroga è contenuta nel decreto aiuti quater che modifica l’attuale termine del primo gennaio 2023. Il termine della maggior tutela per l’elettricità era già fissata al 10 gennaio 2024”.
Il rinvio al 2024 dello stop al mercato tutelato del gas sarebbe un aiuto per milioni di consumatori: “Da mesi chiedevamo di rinviare la fine del mercato tutelato del gas – commenta il presidente di Assoutenti, Furio Truzzi – in considerazione della grave situazione attuale che impone di garantire gli interessi degli utenti, anche a fronte di tariffe sensibilmente più elevate sul mercato libero. In tal senso la bozza del decreto accoglie in pieno il nostro appello, ma è neccessario che ora tale provvedimento diventi realtà sia confermato nel testo definitivo del decreto”.

Gigi Cabrino nato a Casale Monferrato (AL) nel 1977, laureato in economia aziendale, in Teologia e specializzato in servizi socio sanitari, padre di quattro figli. Consigliere comunale a Villanova Monferrato per due mandati a cavallo del secolo scorso e a San Giorgio Monferrato dal 2019. Lavoro nella scuola pubblica da alcuni anni come insegnante prima e tra il personale non docente poi. Atleta di fondo e mezzofondo da sempre.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Verso vertice Ue per scontro migranti Italia-Francia

Prossimo Servizio

Che Paese fantastico: record del 43,8% di pressione fiscale

Ultime notizie su Economia

Openpolis, il Pil delle regioni italiane

L’ultimo interessante report della Fondazione Openpolis esamina il Pil delle regioni in Europa. In particolare, nell’evidenziare le differenze regionali italiane, si legge: “In Italia, tutte le prime regioni e province per produzione
TornaSu

Don't Miss