Bollette della luce, tornano gli oneri di sistema: più 22%

28 Marzo 2023
Lettura 1 min

 “Il ritorno degli oneri di sistema è una pessima notizia per i consumatori italiani”. Così il Codacons commenta le norme contenute nella bozza del decreto sulle Bollette che sarà discusso oggi in consiglio dei ministeri. “Qualora gli oneri di sistema sull’elettricità dovessero essere ripristinati interamente, questi peserebbero per circa il 22% sulle Bollette degli italiani, portando ad un rialzo della spesa che vanificherebbe del tutto la riduzione delle tariffe dell’ultimo periodo”, spiega il presidente Carlo Rienzi sottolineando che una larga parte degli oneri di sistema serve a finanziare spese “che nulla hanno a che vedere con i consumi energetici degli utenti” e che, secondo i dati ufficiali di Arera, nel 2020 sono costate 12,4 miliardi di euro alle famiglie italiane. 

In attesa della definizione di misure pluriennali da adottare in favore delle famiglie, da finanziatore nell’ambito del RepowerEU, dal 1 ottobre e fino al 31 dicembre 2023, ai clienti domestici non titolari di bonus sociale viene riconosciuto un contributo in quota fissa in caso di prezzi elevatore a gas. Lo prevede la bozza del dl energia prevista oggi in Consiglio dei ministeri, che contiene misure di mitigazione del costo dell’energia per famiglie ed impresa. Il contributo verra’ erogato in quota fissa e differenziato in base alle zone climatiche per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2023 qualora la media dei prezzi del gas superi una soglia stabilita.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Perché dimenticano la spallata che diede al fascismo il grande sciopero operaio del 1943?

Prossimo Servizio

La Francia dice no all’estradizione degli ex terroristi BR

Ultime notizie su Economia

Superbonus ahi ahi ahi. Ma chi lo votò?

“Il Superbonus , insieme al bonus facciate e, in misura minore, gli incentivi alle imprese Transizione 4.0 hanno inciso marcatamente sui conti pubblici degli ultimi anni lasciando anche una pesante eredità sul futuro”. A

730 “facile”? Con 152 pagine di istruzioni?

Nulla a che vedere con quanto accadeva qualche decennio fa, quando il “modello 730” fu definito addirittura “lunare”. Da più di qualche anno, fortunatamente, non è più così. Un lavoratore dipendente o

Draghi, fortissimamente Draghi

di Gigi Cabrino – È tornato a parlare del dossier sulla competitività che sta predisponendo per conto della commissione UE; e , come prevedibile, quando Mario Draghi parla e sue parole fanno
TornaSu

Don't Miss