Benzinai. Lo sciopero è già finito. Ma il governo interverrà sugli extraprofitti?

25 Gennaio 2023
Lettura 1 min

 “I benzinai hanno revocato il secondo giorno di sciopero: a questo punto il governo Meloni, dopo tutti i pasticci combinati finora, abbia un sussulto di dignità e di coraggio. Invece di prendersela con l’anello debole, intervenga piuttosto sugli extraprotitti della grandi compagnie energetiche.” Lo afferma Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana- “Abbia il coraggio, una volta tanto, di andare al cuore del problema – prosegue – e recuperi quelle decine di miliardi che si sono intascate le grandi compagnie e le restituisca a famiglie ed imprese. Se ne ha il coraggio anche se è cosa di cui dubito fortemente”.

”Il comunicato con cui due delle sigle sindacali che rappresentano i distributori di carburante danno notizia della revoca dello SCIOPERO è emblematico: ‘ogni tentativo di consigliare ragionevolezza e concretezza al governo non può o non vuole essere raccolto’. Per la serie: inutile scioperare tanto non ci ascoltano. La protesta è stata annullata per sfinimento dopo lunghi – e inutili – tavoli con il governo. Intanto il prezzo della benzina continua a salire e per circa 30 centesimi lo si deve al governo. A scioperare dovrebbero essere gli automobilisti”. Così in una nota Mariastella Gelmini, vicesegretario e portavoce di Azione. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

IL “PIANO MATTEI” DEL GOVERNO RISCHIA DI BLOCCARSI SULLE INFRASTRUTTURE

Prossimo Servizio

Dl Ong, fallisce blitz su dl Salvini, Lega ‘stupita’ da FI-FdI. Gli alleati: Emendamenti Iezzi? “Inammissibili giuridicamente”

Ultime notizie su Economia

CNA: IL TAGLIO DEI TASSI NON BASTA ANCORA

di Gigi Cabrino – Gli imprenditori di CNA da tempo attendevano un’inversione di tendenza nella politica monetaria della BCE e il taglio dei tassi della settimana scorsa è stato accolto positivamente; tuttavia
TornaSu

Don't Miss