Bce, tassi fermi ma aspetta e spera per vederli scendere

16 Dicembre 2023
Lettura 1 min

di Gigi Cabrino – La BCE lascia i tassi fermi.
La decisione arrivata al termine del Consiglio direttivo, è in linea con le attese di mercati e analisti.
Pertanto il tasso sulle operazioni di rifinanziamento principali resta quindi al 4,50%, il tasso sui depositi resta al 4% e quello sulle operazioni di rifinanziamento marginale al 4,75%.
Nella conferenza stampa esplicativa, la presidente della Bce Christine Lagarde ha però subito chiarito le aspettative in merito al futuro andamento dei tassi.
Durante la conferenza stampa Lagarde ha chiarito la linea: al Consiglio direttivo di oggi alla Bce “non abbiamo assolutamente discusso di tagli dei tassi”. Piuttosto si parlava finora di aumenti ai tassi e “tra aumenti e tagli ci sta tutta una fase, non passi dallo stato solido a quello gassoso senza prima attraversare lo stato liquido”, è l’immagine che ha usato per chiarire il criterio adottato.
“Dovremmo abbassare la guardia? No, assolutamente no”, ha sintetizzato la sua riposta a chi le chiedeva indicazioni sulla tempistica dei possibili futuri tagli dei tassi. “Le nostre decisioni – ha ribadito – dipendono dai dati, non dal tempo”.
Alla Bce, ha infine sottolineato “non abbiamo una recessione nel nostro scenario previsionale di base. E non puntiamo a provocare una recessione. Il nostro obiettivo è la stabilità dei prezzi”.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Il Presepe vivente di Pimonte, un sogno lungo 30 anni

Prossimo Servizio

Trump choc al comizio: “Migranti stanno avvelenando sangue del Paese”

Ultime notizie su Economia

TornaSu