Arcaplanet acquisisce il colosso Maxizoo. Operazione entro il 2022.Nasce il pet care più grande d’Italia

25 Giugno 2021
Lettura 1 min

Cinven, societa’ internazionale di private equity, ha firmato un accordo per l’acquisizione di una quota di maggioranza di Arcaplanet, catena di vendita al dettaglio per la cura degli animali domestici in Italia, dai fondi di Permira e Winch Capital Partners. Come parte dell’operazione, Cinven e Arcaplanet acquisiranno congiuntamente Maxi Zoo Italia, il terzo piu’ grande operatore per la cura degli animali domestici nel mercato italiano, controllato dal gruppo Fressnapf. La combinazione di Arcaplanet e Maxi Zoo Italia (insieme Gruppo Arcaplanet) creera’ la principale piattaforma di pet care in Italia, tramite la vendita di prodotti alimentari e non alimentari in circa 500 negozi in tutta Italia e online. Il perfezionamento dell’operazione e’ soggetto alle usuali approvazioni di natura regolamentare, ed e’ previsto entro il primo trimestre del 2022.

Con sede in Italia, Arcaplanet e’ stata fondata nel 1995 da Michele Foppiani, ceo della societa’. Arcaplanet e’ oggi presente in 17 regioni d’Italia e serve piu’ di 1,3 milioni di clienti attraverso 380 negozi e la sua piattaforma online a gestione diretta. Il gruppo Fressnapf, con sede in Germania, e’ uno dei principali provider di servizi per animali domestici in Europa e opera con il marchio Maxi Zoo in piu’ di 11 paesi, tra cui l’Italia. Cinven operera’ in stretta collaborazione strategica con il partner di minoranza, Fressnapf, per capitalizzare le opportunita’ di crescita del gruppo Arcaplanet insieme al management. I fondi Permira hanno acquisito Arcaplanet nel 2016 e sotto la loro proprieta’ i ricavi e l’Ebitda di Arcaplanet sono cresciuti rispettivamente da 150 milioni di euro e 20 milioni all’inizio dell’investimento fino a 400 milioni e 65 milioni previsti per il 2021.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Ma SuperMario non porta a casa ricollocamento migranti in Europa. “Non è il momento”

Prossimo Servizio

Cosa farà Conte se rompe con i 5Stelle?

Ultime notizie su Economia

Superbonus ahi ahi ahi. Ma chi lo votò?

“Il Superbonus , insieme al bonus facciate e, in misura minore, gli incentivi alle imprese Transizione 4.0 hanno inciso marcatamente sui conti pubblici degli ultimi anni lasciando anche una pesante eredità sul futuro”. A

730 “facile”? Con 152 pagine di istruzioni?

Nulla a che vedere con quanto accadeva qualche decennio fa, quando il “modello 730” fu definito addirittura “lunare”. Da più di qualche anno, fortunatamente, non è più così. Un lavoratore dipendente o

Draghi, fortissimamente Draghi

di Gigi Cabrino – È tornato a parlare del dossier sulla competitività che sta predisponendo per conto della commissione UE; e , come prevedibile, quando Mario Draghi parla e sue parole fanno
TornaSu