Apocalisse turismo, perdite da 100 miliardi di euro

Lettura 1 min

 Anche peggio del previsto. “A fine marzo ipotizzavamo una perdita di valore della produzione del turismo nel 2020 nell’ordine dei 100 miliardi di euro: allora sembrava una visione eccessivamente drammatica ma ogni giorno che passa ci avviciniamo sempre piu’ alla sua concretizzazione”.

Lo dice Luca Patanè, presidente di Confturismo-Confcommercio alla lettura dell’indagine di Swg e Confturismo Confcommercio. E prosegue: “Se, in parte col decreto Rilancio e poi con il decreto Agosto, il governo ha finalmente cominciato a dare alcune risposte alle nostre richieste, oggi, alla luce di questi numeri e dell’oggettivo allontanamento del termine della crisi – almeno per il nostro settore – l’ampiezza e l’intensità di queste risposte vanno adeguate per fare un salto di qualità, se non vogliamo perdere un settore centrale e strategico per l’economia nazionale come il turismo. Con le risorse del Recovery Fund si può fare molto, ma bisogna mettere il turismo al centro delle politiche attive per la ripresa”.

Servizio Precedente

Trump corre: probabile vaccino a ottobre. Ma case farmaceutiche frenano

Prossimo Servizio

Quando la Ferrari proprio non va... Cosa si diranno i piloti tra le nuvole?

Ultime notizie su Economia