Uovo o colomba, cosa dice la tradizione?

Lettura 2 min

di Marcus Dardi – A Pasqua c’è sempre il solito dilemma. Uovo o Colomba?

L’uovo rappresenta la Risurrezione, mentre la Colomba è simbolo di amore e pace.

La Colomba non è facile da preparare infatti necessita di ben tre impasti e di tre lievitazioni: la prima di due ore, la seconda di mezzo’ora e la terza di 16 ore. Una volta lievitato l’impasto di farina, acqua, latte, burro, lievito, zucchero, uvette, uova e vaniglia si mette nel suo stampo a forma di colomba. Poi si ricopre con la glassa.

Ma quale è la sua origine?

Vi sono alcune leggende a riguardo e una versione più industriale.

La versione meno poetica, più industriale dice che per sfruttare i macchinari del panettone natalizio la Motta si mise appunto a creare, negli anni ’30, un nuovo dolce pasquale dalla ricetta molto simile a quella del panettone.

Tra le varie leggende invece quella più poetica è sicuramente quella legata a San Colombano che fu contemporaneo a Papa Gregorio Magno, il papa che con i canti gregoriani unificò le liturgie di tutte le chiese europee.

San Colombano, abate irlandese, abile diplomatico fattosi pellegrino allo scopo di fondare abbazie in tutta Europa, venne in Lombardia nel 610 d.C. e fu invitato a pranzo dalla Regina Teodolinda, da poco convertitasi al cristianesimo. La regina Teodolinda e suo marito Agilulfo offrirono ricca selvaggina a San Colombano ma lui la rifiutò poiché era periodo di quaresima. Poiché Teodolinda rimase contrariata, quasi offesa, dal gesto, San Colombano con una benedizione trasformò la selvaggina in bianche colombe di pane.

La regina Teodolinda, stupita dal miracolo, regalo poi a San Colombano delle terre a Bobbio dove fu poi costruita l’abbazia di San Colombano e dove lo stesso santo passo gli ultimi giorni della sua esistenza terrena.

Photo by Boba Jaglicic

Servizio Precedente

Da settembre meno classi pollaio? Dividiamole in due e torniamo al maestro unico

Prossimo Servizio

Trivulzio, passi avanti nell'inchiesta. Indagato per omicidio colposo il dg Calicchia. Da chi era stato nominato?

Ultime notizie su Cultura

Garibaldi e i predatori del Regno del Sud

di Roberto Gremmo – I contadini di Bronte credevano ingenuamente che Garibaldi…