SCUOLA STERILE – Addio compagno di banco. Arriva il tavolino di nuova generazione

Lettura 2 min

Dovremo distanziarci forse dai ministeri. Fanno più danni di altro. In una intervista a Il Messaggero, Lucia Azzolina annuncia la scuola sterilizzata, se non sterile.
“Alle famiglie dico che a settembre si potrà tornare in classe in sicurezza. Ci sono tre cose da fare per garantire il distanziamento e le faremo: migliorare e recuperare spazio dentro agli istituti, individuare nuovi locali fuori da scuola, avere più docenti e personale Ata. Metteremo in pratica le soluzioni scuola per scuola insieme ai tavoli regionali che sono già partiti. Il primo settembre gli istituti saranno già aperti per fare lezione a chi è rimasto indietro e a chi vuole potenziare gli apprendimenti. Poi il 14 l’avvio ufficiale delle lezioni”.

Ma ecco la notizia.

“Quanto all’arredo scolastico, i banchi singoli di nuova generazione fanno guadagnare metri e garantiscono innovazione della didattica. Credo che saranno la priorità di intervento per molti istituti. Su acquisto e distribuzione ci darà una mano il commissariato straordinario per l’emergenza”.

Ah beh, come per le mascherine, subito pronte. Insomma, ragazzi, la sola cosa certa è il caos di interventi annunciati. Non chiamatele più aule, sono ambienti. E dite addio al compagno di banco, guardatevi e non toccatevi. Vietato forse anche scriversi bigliettini, la carta trattiene il virus, e se le mani sono sporche non si sa mai che lì si annidi ancora il contagio mortale.

Sapevamo di vivere in una dittatura fiscale, ora in una dittatura scolastica.

Poi c’è un’altra new entry nel dizionario del post covid. Ricordate il pelxiglas? E’ sempre stata una bufala…

Quella dei divisori in plexiglass a scuola “è una bufala, è sempre stata una bufala”. Lo ha detto, a ’24 Mattina su Radio 24′, il ministro dell’Istruzione, ricordando che tutto è nato in seguito a una “riunione privata del Comitato tecnico-scientifico e si stava valutando, tra le mille ipotesi, anche i divisori”.

Servizio Precedente

Disastro APP IMMUNI: solo 8 italiani su 100 la usano

Prossimo Servizio

Hanno deciso: Lombardia imbavagliata, mascherina obbligatoria almeno fino a metà luglio

Ultime notizie su Cultura