Scuola, ma quale sicurezza a settembre! Edifici per il 51% nati prima del 1976. Stanno tutti bene?

Lettura 1 min

L’Unione delle Province d’Italia ha avviato tra dicembre 2019 e gennaio 2020 un monitoraggio tra le 76 Province delle Regioni a Statuto Ordinario, per un Piano di messa in sicurezzamanutenzione e modernizzazione degli edifici scolastici delle scuole secondarie superiori in gestione. Cosa è emerso?

Che la situazione è critica, visto che più del 51% degli edifici ospitanti scuole secondarie di secondo grado è stato costruito prima del 1976, e in tutto questi edifici sono 7.455, accolgono 2.635.582 studenti suddivisi in 121.171 aule.

Inoltre, dal 1998 ad oggi sono stati costruiti circa il 10% degli edifici ospitanti scuole secondarie di II grado, di cui il 45% è in zone ad alto rischio sismico.

Ecco, si fa un gran parlare di ritorno in sicurezza a settembre. Ma a parte chiacchierare di distanziamento sociale, chi pensa alle strutture, signor ministro?

Photo by Jess Bailey

Servizio Precedente

CHE LIBERAZIONE! L'OMS ci ripensa: basta guanti, sono dannosi

Prossimo Servizio

Test sierologici San Matteo-DiaSorin: il TAR li boccia. Le carte alla Procura in Corte dei Conti

Ultime notizie su Cultura