La scuola si salva se non si fanno sconti agli asini

Lettura 1 min
galli della loggia

rassegna stampa

“L’aula vuota. Come l’Italia ha distrutto la sua scuola”, scritto da Ernesto Galli della Loggia è un libro che non mancherà di far discutere.

Al centro del libro la riflessione sulla “crisi” della scuola, in un “paese che pensa la scuola non serva” e “l’opinione pubblica disinteressata alle cose della cultura e dell’istruzione”, scrive Galli della Loggia.

Il dito viene puntato anche verso la politica che ha creato le basi per la scuola “moderna”, che non boccia. I docenti? Storditi e frustrati. Mentre i genitori si dovrebbero essersi accorti della situazione, almeno quelli dei figli che hanno finito il ciclo di studi.

Soluzione? Partiamo dai docenti. Secondo Galli della Loggia il docente di oggi dovrebbe avere “il senso palpitante di un passato, il senso di una vicenda collettiva di cui in qualche modo si era parte”. Un docente che non faccia sconti sullo studio a casa, che non sia troppo ammaliato dalla rivoluzione digitale.

da https://www.orizzontescuola.it/galli-della-loggia-ci-vogliono-insegnanti-che-non-facciano-sconti-sullo-studio/

Servizio Precedente

Mercato nero dei cuccioli di razza vale almeno 300 milioni di euro

Prossimo Servizio

Social "pizzicati" a rubare senza consenso impronte facciali e dati sensibili

Ultime notizie su Cultura