Jingle Bells, il canto ispirato alle corse delle slitte in Massachusset

Lettura 1 min

di Marcus Dardi – Se White Christmas è la canzone natalizia più famosa e più ascoltata al mondo, al secondo posto c’è sicuramente Jingle Bells.

In italiano il verbo to jngle viene tradotto in tintinnare, che è il vocabolo che descrive l’azione che dà il suono alle campanelle.

Questa canzone fu scritta da James Lord Pierpoint e fu pubblicata nell’autunno 1857 con il titolo One Horse Open Sleigh.

Pare che l’autore, per scrivere questa canzone, sia stato ispirato dalle corse delle slitte che si tenevano, nel XIX secolo nella cittadina di Medford nel Massachusset.

Un’insegna posta su una locanda di Medford riporta che James Pierpoint, nel 1850, scrisse questa meravigliosa canzone proprio in quel locale.

La metrica di questa canzone rispecchia fedelmente lo schema della carola medioevale. La carola nata all’incirca nel 1300 segue uno schema ben preciso che è quello di partire con il ritornello e di alternarlo ad una successiva strofa per 3 o 4 volte.

I canti di Natale seguono molto spesso questo schema. Ecco perché vengono anche chiamati Carole di Natale.

Photo by Yannis Cotsonis 

Servizio Precedente

Piva piva... il brano natalizio che conquistò Mozart

Prossimo Servizio

L'Insorgenza valdostana del Natale 1853

Ultime notizie su Cultura