Il Patto di Londra del 26 aprile 1915. Senza il voto del Parlamento si cambia la storia

Lettura 1 min

di Giuseppe Reguzzoni – 650.000 morti. Non cambia. E’ nata male. 105 anni fa la firma del “Patto di Londra”, un accordo segreto firmato il 26 aprile 1915, stipulato tra il governo italiano e i rappresentanti della Triplice Intesa, con i quali l’Italia si impegnava a uscire dalla Triplice Allenza (con Austria-Ungheria e Germania) e a scendere in guerra contro gli Imperi Centrali entro un mese dalla firma.

Il Trattato fu voluto e firmato dal massone Sidney Sonnino, SENZA VOTO DEL PARLAMENTO. Tra l’altro prevedeva un prestito internazionale in sterline (il MES di allora), per coprire parte dei costi della guerra (ovviamente da restituire con gli interessi). 650.000 morti, e, all’apertura degli archivi segreti si è scoperto che l’Austria era disposta a cedere Trento e, persino, Trieste (ma solo in forza di un referendum). Poi dicono che i patti segreti non esistono …

Dalla pagina fb di Giuseppe Reguzzoni

Photo by Fabio Traina

Servizio Precedente

Clicco ergo sono. John Kennedy contro il diritto di voto negli infatuati del web

Prossimo Servizio

25 aprile, manifestazioni in alcune città italiane. Scontri a Milano con la Polizia

Ultime notizie su Cultura