Covid-19, morto lo scrittore cileno Luis Sepùlveda

Lettura 2 min

di Riccardo Rocchesso – Se n’è andato Luis Sepùlveda. Lo scrittore cileno, all’età di 71 anni, è mancato a causa del Covid-19 che aveva contratto in Spagna, dove risiedeva, nel febbraio scorso. 

Una vita avventurosa la sua, con convinzioni politiche spiccate, che cominciano all’età di soli 15 anni spinto da un forte amore per le opere letterarie e teatrali, che lo portano a viaggiare fino a Mosca. 

Luis Sepùlveda

In seguito, con il ritorno in America latina, comincia anche l’attivismo politico dove milita tra le file dell’esercito di liberazione nazionale in Bolivia, ed entra a far parte del partito socialista e della guardia personale del presidente cileno Salvador Allende.

Scappato dal Cile dopo due arresti a seguito del colpo di Stato Militare di Pinochet, si avvicinerà anche alle Brigate Internazionali Simon Bolivar in Nicaragua e lavorerà per un periodo come giornalista e successivamente come collaboratore per Greenpeace. 

Indimenticabile la sua “Storia di una Gabbianella e di un Gatto che le insegnò a volare” che ha fatto emozionare adulti e piccini insegnando il rispetto e il valore della diversità. 

Molte le sue opere scritte in chiave fiabesca, che racchiudono però insegnamenti e valori morali in molti casi dimenticati. 

Sepùlveda è stato un sognatore, un uomo che ha perseguito i suoi ideali per tutta la vita, un uomo che diceva:

“la felicità è un diritto umano. Allo stesso modo in cui ho combattuto, più che per l’idea di libertà, per non dimenticare che sono un uomo libero: quando difendo il diritto alla felicità, lo faccio per non dimenticare che sono stato e sono immensamente felice.”

Parole di cui, in questo periodo che stiamo vivendo più che mai, abbiamo bisogno. 

E allora torniamo a riscoprire i suoi racconti uno ad uno, in questi giorni in cui sognare un mondo migliore è d’obbligo per poter trarre l’energia per ripartire, non dimenticandoci mai il mantra fondamentale che Sepùlveda ci ha lasciato:

“VOLA SOLO CHI OSA FARLO”. 

Luis Sepùlveda


Servizio Precedente

Il popolo lombardo, orfano di leader e di... Chiesa

Prossimo Servizio

Qual è il prezzo dell'Italia?

Ultime notizie su Cultura