ANALFABETISMO DI RITORNO – Studenti e istituzioni non vogliono la seconda prova scritta. Abituati come sono al web….

Lettura 1 min

 Dopo il parere negativo del Consiglio dell’Istruzione pubblica, arrivato nel pomeriggio di ieri, arriva anche il parere negativo delle Consulte studentesche sulla proposta di esame di Stato 2022. L’Ufficio di coordinamento nazionale, l’organo che riunisce i presidenti delle Consulte studentesche di tutte le Regioni del Paese, ha discusso alla presenza del ministro la proposta di maturita’, sollevando critiche ed esprimendosi negativamente al riguardo. Questo ennesimo parere negativo e’, per la Rete degli studenti medi, “la conferma definitiva che il ministero sta sbagliando su questo esame”. Gli studenti e le studentesse chiedono di venire ricevuti dal ministro rapidamente dopo questi due pareri negativi che, per i rappresentanti degli studenti, non lasciano dubbi sul da farsi. “Siamo contenti che la nostra mobilitazione abbia riscontri istituzionali – racconta Tommaso Biancuzzi della Rete degli studenti medi – Il parere delle Consulte studentesche e’ fondamentale per noi. Dopo il parere negativo del Consiglio superiore, questa conferma ci fa capire ancora di piu’ che ora serve costruire un’altra maturita’. Venerdi’ siamo sotto al ministero a manifestare con gli studenti e le studentesse di Roma, di tutto il Lazio e anche dal resto d’Italia. Ci aspettiamo una convocazione dal ministro”. 

Servizio Precedente

Finte vaccinazioni: il pm chiede 9 anni per assistente sanitaria di Spresiano

Prossimo Servizio

Tornano le code per fare il pieno in Svizzera

Ultime notizie su Cultura