Amnesty, il rapporto Covid-Anziani-Rsa. Lo Stato ha tutelato la vita dei più fragili?

Lettura 1 min

Il titolo del dossier di Amnesty International è eloquente. “Abbandonati”. L’associazione ripercorre il dilagare dei contagi, in particolare si sofferma sul prezzo pagato dalla terza età, dalla fascia più debole della popolazione.

Si legge nell’introduzione del corposo dossier, che “Nel rispondere alla pandemia, il governo italiano e le autorità regionali non sono riusciti a intraprendere misure tempestive per tutelare la vita e i diritti delle persone anziane presenti nelle strutture residenziali sociosanitarie e, di fatto, hanno adottato politiche e consentito pratiche che hanno messo a rischio la vita e la sicurezza sia degli ospiti che degli operatori sanitari. Tali decisioni e politiche hanno prodotto o contributo a determinare violazioni dei diritti umani degli ospiti anziani residenti, in particolare del diritto alla vita, alla salute e alla non discriminazione8. Hanno anche avuto un impatto sui diritti alla vita privata e familiare degli ospiti delle strutture ed è possibile che, in certi casi, ne abbiano violato il diritto a non essere sottoposti a trattamenti inumani e degradanti”.

Qui sotto il documento integrale in pdf.

Servizio Precedente

Consiglio di Stato su Diasorin-San Matteo: contratto valido

Prossimo Servizio

Orsi di Casteller - Oipa organizza sit-in venerdì a Trento. E con Enpa ricorre al Consiglio di Stato

Ultime notizie su Cultura