2021, l’inizio del Nuovo Mondo

Oggi un mio caro amico ha pubblicato questo pensiero, scritto da una persona che non sono ancora riuscito a rintracciare purtroppo. Mi sono permesso di dargli un nome. 2021, il Nuovo Mondo.

//
Lettura 3 min

di Riccardo Rocchesso – Oggi un mio caro amico ha pubblicato questo pensiero, scritto da una persona che non sono ancora riuscito a rintracciare purtroppo. Mi sono permesso di dargli un nome: 2021, il Nuovo Mondo.

Vorrei che tutti quanti spendessimo qualche minuto per fare una profonda riflessione sul nostro attuale modo di vivere.

“Il Corona Virus non andò mai più via. Divenne endemico. Il popolo, dopo le prime rimostranze, si abituò a conviverci. Ci si abitua a tutto, del resto. Divenne normale salutarsi con un cenno, evitare i luoghi affollati, lavarsi più spesso le mani, lavorare da casa, evitare viaggi inutili, ridurre gli spostamenti schizofrenici. L’umanità rallentò. Le strade divennero più silenziose. Certo, non fu affatto facile. Furono in molti a perdere le proprie posizioni consolidate. A soffrire per mancanza di lavoro e del tracollo economico. Nacquero meno figli. Il numero di abitanti della Terra iniziò a diminuire. Si ridussero le emissioni di CO2. L’aria era più pulita, il cielo solcato da molti meno aerei. La gente tornò a trascorrere del tempo assieme, nelle case, ascoltando quello che l’altro aveva da dire, senza dover spendere, consumare, produrre. Il tempo libero serviva per riscoprire le proprie terre, anziché per viaggiare lontano. Iniziarono a diffondersi i cinema e i teatri clandestini, dove solo poche persone alla volta potevano accedere, in assoluto silenzio. L’arte rifiorì in questo Mondo nuovo. Il Pianeta tornò a ritmi normali. I ghiacciai smisero di sciogliersi. Il Grande Virus aveva avuto un effetto inaspettato sulla Terra. Di notte, le persone in silenzio si radunavano sugli scogli in riva al mare, sulle terrazze segrete delle case, in prossimità dei boschi, nelle piazze dei loro paesi, ed osservavano il cielo. Le stelle non erano mai state così luminose.”

Forse questo mondo che smette di accelerare, anzi, mette la freccia a destra e accosta, per un po’ di tempo, non è alla fine così terribile come notizia.

Ma leggendo questo post, mi è venuto subito in mente un video che avevo visto dieci anni fa, realizzato dall’azienda Casaleggio Associati, che ha partorito oltre a questo teaser anche il Movimento 5 stelle.
Lo scenario è molto simile, ma con una chiave di lettura diversa.
Volevo ricordare per memoria storica, che il primo socio della Casaleggio Associati fu un certo Enrico Sasoon, cognome molto importante nell’élite finanziaria, in quanto imparentato con una famiglia di nome Rothschild.

Ecco il video, GAIA: THE FUTURE OF POLITICS.

Casaleggio Associati / Gaia, The Future of Politics

Ci si abitua a tutto, del resto, recitava in una delle prime frasi il post.
Andrà tutto bene? Forse andrà tutto come deve andare.


Default thumbnail
Servizio Precedente

A quando una linea comune tra Veneto e Lombardia contro il duromollismo del Governo?

Default thumbnail
Prossimo Servizio

Ospedale da campo Nato fermo in Puglia e il Lussemburgo se lo porta via in aereo. Belotti su FB: a noi i camion pieni di bare

Ultime notizie su Cultura