Via libera al Green Pass europeo dal 1° luglio. Tre certificati diversi

Lettura 1 min

Ormai è ufficiale, il Parlamento europeo ha dato il via libera al Green Pass. Sarà un certificato digitale – cartaceo che attesterà l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dal Covid o il recente tampone negativo. Ora la parola passa ai singoli parlamenti, per quanto riguarda l’Italia il provvedimento dovrà passare in Consiglio dei ministri e uscire in Gazzetta Ufficiale con entrata in vigore dal 1° luglio 2021.

Strasburgo in plenaria lo ha approvato con 546 sì, 93 contrari e 51 astenuti (cittadini dell’UE) e 553 favorevoli, 91 contrari e 46 astensioni (cittadini di paesi terzi residenti nell’Ue). Il certificato sarà rilasciato gratuitamente dalle autorità nazionali e sarà disponibile in formato digitale o cartaceo con un codice QR.

Avrà valore di 12 mesi e non sarà considerato un documento di viaggio e non creerà vincoli alla circolazione.

Non ci saranno insomma ulteriori restrizioni come quarantene, test o altro.

L’operazione sarà finanziata dall’Unione europea con 100 milioni di euro.

Servizio Precedente

Perché solo il 10% dei reparti oncologici hanno telemedicina per i pazienti?

Prossimo Servizio

Toscana, Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo, la macroregione dei due mari. Il Nord intanto latita

Ultime notizie su Cronaca