Verso governo di unità nazionale? Berlusconi pronto a rompere con la destra

Lettura 1 min

di Benedetta Baiocchi – In politica tutto può accadere. Dentro Salvini con i 5 Stelle, fuori Salvini dal governo con i 5Stelle. E dentro Forza Italia nel governo con Renzi, 5Stelle e Pd. Più che inedito appare quasi scontato nel Paese che non trova neanche un commissario su tre per la sanità calabrese. E ora parla anche Renzi. “Penso che l’idea di Goffredo Bettini di chiamare all’impegno “le migliori energie del Paese” sia una proposta saggia”. Lo dice infatti Matteo Renzi al Corriere della sera, aggiungendo: “Se Forza Italia offre la disponibilità a superare il populismo fanno bene i dirigenti del Pd a dire andiamo a vedere le carte. Oggettivamente questa disponibilità può produrre una novità politica”.

Per il leader di Iv, “un’apertura c’è stata. E dunque condivido con Zingaretti: noi rendiamoci disponibili in modo serio. Se sono rose fioriranno”. Renzi, tra l’altro, sottolinea: “Questa maggioranza vuole eleggere un presidente della Repubblica che metta il Quirinale in salvo fino al 2029 tenendo la barra dritta sull’alleanza atlantica e sull’Unione europea. Per Berlusconi questa è l’occasione per dimostrare che Forza Italia è alleata della Merkel e non della Le Pen. Concretamente questo può portare anche ad allargare la maggioranza, ma dipende da chi vincerà la sfida interna tra il fronte del Nazareno e quello di Pontida”. Il leader di Iv parla anche di rimpasto: “Questo è un punto aperto anche in caso di mancato ingresso di Forza Italia. Noi stiamo scrivendo il nuovo contratto di governo. Ora è il momento di concentrarsi sui contenuti. Poi – se troveremo gli opportuni accordi – arriverà il momento di guardarci negli occhi e di dirci se va tutto bene come sta andando o possiamo irrobustire taluni ministeri”. 

Servizio Precedente

Friuli, l’identità in cerca di autore

Prossimo Servizio

La più grande discoteca bresciana chiede 2 milioni di danni a Fontana