Verso “condono” delle multe per i No vax? Governo posticipa a giugno 2023 le multe per chi non si era vaccinato

Lettura 1 min

Il governo, viene spiegato, sarebbe intenzionato a presentare un emendamento al dl Aiuti ter con l’obiettivo di rinviare (l’ipotesi è fissare la dead line a giugno) l’arrivo delle multe alle categorie per le quali era previsto l’obbligo vaccinale (over 50, Forze dell’ordine e personale della scuola) e che non avevano provveduto a mettersi in regola. Lo scrive l’Agi dopo le dichiarazioni del ministro per i rapporti con il Parlamento, Luca Ciriani, a Sky Tg24. 

In tutto, dovrebbero essere tre gli emendamenti dell’esecutivo al testo del decreto, ora all’esame della commissione Speciale della Camera e atteso in Aula il prossimo 8 novembre, come ha stabilito ieri la Conferenza dei capigruppo. 

“Sì, c’è l’ipotesi di rinviare le multe” destinate a chi non si è messo in regola con l’obbligo vaccinale anti Covid.

“C’è l’ipotesi di rinviare le multe, credo ci siano problemi tecnici” in merito all’invio delle multe, “attendiamo il testo da parte del ministero, ma c’è questa ipotesi, non di annullare o congelare le multe ma solo il rinvio del termine” entro cui dovrebbero essere spedite a chi non è in regola.

Servizio Precedente

Diritto all'oblio, libertà di informazione a rischio

Prossimo Servizio

Flick: No al sindaco d'Italia, un premier eletto dai cittadini

Ultime notizie su Cronaca