Usuelli chiede in ginocchio i dati a Fontana e Moratti. Interviene la Digos

Lettura 1 min

Il consigliere regionale lombardo di +Europa, Michele Usuelli, mentre i lavori nell’aula erano sospesi, ha spiegato i fatti successivi al suo gesto di protesta, quando si è inginocchiato davanti al presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, e al vicepresidente Letizia Moratti, per chiedere la pubblicazione dei dati sul contagio.

“La Digos mi ha chiesto come erano avvenuti i fatti, io ho riferito. Mi sono recato davanti al presidente e al vicepresidente, mi sono messo in ginocchio, i responsabili della sicurezza si sono avvicinati e ho comunicato loro che mi sarei alzato immediatamente qualora Fontana e la Moratti mi avessero detto che avrebbero pubblicato i dati, ma mi è stato riferito che il presidente Fontana ha risposto ‘per me può restare anche in ginocchio’ e così ho fatto fino a che è arrivata la Digos”, ha spiegato Usuelli.

“Alla loro gentile richiesta di uscire dall’Aula – ha proseguito il consigliere di +Europa – sono uscito con loro. Non si è avvicinato nessuno della giunta, si sono avvicinati dei consiglieri della Lega a darmi delle monetine, quella di più grande valore era di 20 centesimi. Si sono messi a fare uno schermo per impedire alla stampa di filmare il mio atto di disobbedienza civile”.

“E’ da giugno che la Lombardia dava all’Istituto superiore di Sanità dati sbagliati per compilare l’Rt, l’ho segnalato già allora in un’interrogazione scritta. Tutte le regioni compilano i campi in modo giusto, tranne la Regione Lombardia”, ha concluso Usuelli. 

Servizio Precedente

Virus reagisce ad anticorpi della Sars del 2003

Prossimo Servizio

Caro direttore, ho 19 anni. Che disgusto il dibattito in Parlamento

Ultime notizie su Cronaca