USA ed OMS sempre più in guerra. La Casa bianca ha comunicato che non farà parte dei 170 Paesi del Covax Access Facility voluto dall’organizzazione mondiale della sanità

Lettura 1 min

di Riccardo Rocchesso – Gli Stati Uniti, per volontà di Donald Trump, si sono defilati dal gruppo dei 170 Paesi che parteciperanno alla Covid 19 Vaccines Global Access Facility, un progetto dell’OMS mirato a velocizzare lo sviluppo del vaccino e distribuirlo in tutti i Paesi.

La Casa Bianca ha infatti comunicato che il governo Trump non si unirà allo sforzo globale per sviluppare, produrre e distribuire il trattamento, come riporta il Fatto Quotidiano, a causa della partecipazione dell’OMS, accusata dal presidente di aver coperto il presunto insabbiamento cinese sull’epidemia.

Un portavoce della Casa Bianca ha infatti dichiarato: “Gli Usa continueranno a coinvolgere i loro partner internazionali per sconfiggere il virus ma non saremo vincolati da organizzazioni multilaterali influenzate dalla corrotta Oms e dalla Cina”.
Il piano, guidato dall’Oms, dalla Coalition for Epidemic Preparedness Innovations e da Gavi Alliance (una cooperazione di soggetti pubblici e privati), è sostenuto da alcuni alleati tradizionali degli Usa, compresi Giappone, Germania e Commissione europea.

Trump è sicuro che gli Usa possano correre da soli per la corsa al vaccino, essendo già in fase clinica avanzata. Il Presidente americano, come comunicato recentemente a Fox News è più convinto da altre terapie per la cura del Covid rispetto al Vaccino, come il plasma, ma ha dichiarato che è quasi ultimato, essendoci molti americani che lo vogliono.

Servizio Precedente

RIENTRATO ALLARME CHIMICO A ROVERETO - Perdita in stabilimento farmaceutico Suanfarma

Prossimo Servizio

Scuola. Sospensione e 5 in condotta a chi non porta la mascherina