Trump: il 20 gennaio nuovo presidente. Ma poi rilancia a suoi sostenitori: “Siamo solo all’inizio”

Lettura 1 min

 Un appello alla “riconciliazione” e una presa d’atto del fatto che dal 20 gennaio ci sara’ “una nuova amministrazione”, ma nessun riconoscimento della regolarita’ delle elezioni e ancora un grazie ai suoi “fantastici sostenitori”: questi i punti chiave di un messaggio video diffuso dal presidente americano uscente Donald Trump. Il filmato e’ stato diffuso su Twitter dopo la fine di un blocco di 12 ore del suo profilo personale, imposto per il rischio che le sue comunicazioni alimentassero violenze.

“Ora il Congresso ha certificato i risultati e una nuova amministrazione entrera’ in carica il 20 gennaio” ha detto Trump. “Mi impegnero’ a garantire una transizione del potere regolare, ordinata e senza scosse; ora e’ il momento della cura e della riconciliazione”. Nel messaggio, diffuso all’indomani dei disordini al Congresso a Washington, il presidente uscente ha anche definito i suoi sostenitori “fantastici” e aggiunto: “Il nostro incredibile viaggio e’ solo all’inizio”.

Una battuta pure sul dispiegamento della Guardia nazionale, che secondo piu’ fonti sarebbe avvenuto con ritardo, favorendo l’irruzione in parlamento dei seguaci del presidente. Trump ha detto di aver ordinato l’intervento “subito”. E’ di stamane la notizia della morte di un agente della polizia di Washington, Brian Sicknick, rimasto ferito durante gli incidenti di mercoledi’. Le vittime degli scontri, innescati da una protesta dei sostenitori di Trump contro l’elezione di Joe Biden, sono ora almeno cinque. 

Servizio Precedente

Capitol Hill, morto il poliziotto ferito negli scontri

Prossimo Servizio

I due Stati disuniti d'America

Ultime notizie su Cronaca