Trump ha deciso. Gli Stati Uniti non fanno più parte dell’OMS

/
Lettura 1 min

di Riccardo RocchessoDonald Trump, come aveva promesso un po’ di tempo fa, si è deciso: gli Stati Uniti non faranno più parte e non finanzieranno più l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Una notizia a cui si aspettava l’ufficialità da tempo, un fulmine a ciel sereno che è arrivato in diretta all’interno della trasmissione politica IN ONDA, in cui erano presenti, tra i vari, Antonio Padellaro, che ha commentato così:
Questa è chiaramente la mossa disperata di un uomo che sta perdendo vistosamente dei sondaggi contro Joe Biden, e cerca in qualche modo il ‘colpo di teatro’ per recuperare un po’ di popolarità”

Come mai allontanarsi dall’OMS dovrebbe essere popolare?
Nel bel mezzo di una “pandemia”, perché dovrebbe essere una mossa teatrale per recuperare consensi?

Perchè l’OMS rappresenta in toto Big Pharma, che la comanda e che, con i suoi medici “referenti”, come Anthony Fauci o Andrea Crisanti in Italia, pongono direttive politiche e sanitarie con grande autorità negli stati membri. Con l’abbandono degli Stati Uniti il principale finanziatore ora rimane Bill Gates.

Con questo duro colpo, Donald Trump vuole forse riassettare ed equilibrare lo strapotere delle case farmaceutiche? O forse una vendetta verso l’OMS che è entrato a gamba tesa sulle politiche nazionali americane, con ordinanze a cui l’amministrazione repubblicana si è sempre dimostrata lontana? O forse è solo una pedina fondamentale, uno step intermedio nella sua guerra al Deep State?

Vediamo cosa succederà nei prossimi giorni.

Servizio Precedente

150 milioni di dollari di multa a Deutsche Bank per legami con Jeffrey Epstein?

Prossimo Servizio

VIDEO / Cos'è il transumanesimo? La "visione" di Marco Antonio Attisani al Senato. In che mani siamo?

Ultime notizie su Cronaca