Teatro Verdi Terni, esposto di Forza Centro

Lettura 2 min

“Dopo aver chiesto l’annullamento in autotutela del concorso di progettazione del Teatro Verdi a distanza di oltre 30 giorni, data la perdurante inerzia dell’amministrazione, mi sono trovato in obbligo di esporre i fatti alla Procura della Repubblica in merito alle procedure amministrative seguite ed in particolare in ordine all’apertura “delle buste” a porte chiuse anziché nella forma pubblica prevista nei documenti di gara, fatto di per se’ sufficiente ad invalidare l’intera procedura, nonché ad un presunto conflitto di interessi, in difesa della trasparenza, di quegli Studi professionali che hanno partecipato alla gara, degli ordini professionali e della città”.

E’ la versione di Emanuele Fiorini, consigliere comunale di Terni ed esponente di Forza Centro. Secondo Fiorini, “il secondo pilastro della realizzazione del bando di concorso era il primo stralcio, ovvero il Teatro ridotto che doveva essere realizzato con la cifra stanziata di 3,2 milioni. Peccato che la scelta del progetto vincitore di collocare il ridotto sotto la sala principale costringe a spendere cifre ben maggiori e pertanto tale scelta risulta in palese contraddizione con le richieste del bando. Il ridotto sarebbe dovuto essere, sempre secondo il bando, perfettamente funzionante fin dal primo stralcio, ma ciò risulterebbe molto difficile da ottenere in quanto si troverebbe nell’interrato di un cantiere posto ai piani superiori. Dunque durante la seconda fase dei lavori (teatro grande) non sarebbe possibile utilizzare il ridotto poiché si avrebbe un cantiere sopra la testa con relativi rischi e rumori sia durante le prove che durante gli spettacoli. Immaginare di entrare in un interrato ad ascoltare musica mentre, al disopra del solaio, si sta costruendo un teatro diventa ridicolo solo pensarlo”.

Ora la palla passa alla magistratura per valutare la sequenza degli eventi esposta dal consigliere Fiorini. 

Servizio Precedente

Green Economy... Vita (e morte) da monopattino a Milano

Prossimo Servizio

Eccellenza lombarda e vaccini. Sindaco di Iseo: oggi solo 120 convocati su 800

Ultime notizie su Cronaca