Sturgeon: Ora non ci sono giustificazioni per impedire nuovo referendum. C’è maggioranza pro indipendenza

Lettura 2 min

  La first minister e leader dell’Snp Nicola Sturgeon ritiene che “non ci sono giustificazioni” che possano impedire un nuovo referendum per l’indipendenza della Scozia dal Regno Unito. Commentando i risultati elettorali, Sturgeon ha detto, citata dai media britannici, che nel Parlamento scozzese c’e’ “senza alcun dubbio una maggioranza pro-indipendenza”.

“Semplicemente, non c’e’ alcuna giustificazione democratica per Boris Johnson o per chiunque altro per tentare di bloccare il diritto del popolo scozzese di decidere il proprio avvenire”, ha affermato Sturgeon, mentre il conteggio dei voti e’ ancora in corso. “A qualsiasi politico a Westminster che voglia mettersi di traverso, dico due cose: primo, non andate allo scontro con l’Snp, ma con i desideri democratici del popolo scozzese. Secondo: non ci riuscirete. Il solo che possa decidere il futuro della Scozia e’ il popolo scozzese, e nessun politico di Westminster puo’ o deve mettersi in mezzo”, ha avvertito. 

“E’ un risultato straordinario che mi fa venire i brividi”. Con 94 sezioni scrutinate su 129 totali, Sturgeon ora -in base alle previsioni- ha 63 seggi (due dalla maggioranza). Per Sturgeon, “si tratta di un risultato storico e ora intendo -ha aggiunto- tornare a lavorare per dare risposte concrete a quello che abbiamo proposto agli scozzesi”. Sturgeon ha inoltre affermato che la sua speranza di tenere un secondo referendum sull’indipendenza da Londra rimane “realistica”, ma bisogna prima pensare alla pandemia. Quando quest’ultima sara’ sconfitta, ha sottolineato Sturgeon, “il popolo scozzese deve avere il diritto di decidere il proprio futuro, perche’ si tratta di un principio democratico fondamentale”. 

Servizio Precedente

Intitoliamo a Pannella i giardini di fronte a San Vittore

Prossimo Servizio

Ha senso la quarantena per gli americani che si sono vaccinati per primi?

Ultime notizie su Cronaca