Striscioni Casapound contro Draghi

6 Febbraio 2021
Lettura 1 min

“Dal Britannia alla Bce, Draghi liquidatore di Stato”. E’ questo il testo degli striscioni apparsi questa mattina contro Mario Draghi in oltre 100 citta’ italiane a firma CasaPound Italia. Anche sui social, da ieri, e’ partita la campagna di Cpi che ha lanciato l’hashtag #direzionegrecia rimarcando “la crisi dello Stato europeo iniziata nel 2009”. “Dopo l’ennesimo gioco di palazzo – dichiara CasaPound in una nota – entra in scena Mario Draghi, l’uomo a cui nel 1992 a bordo del panfilo Britannia fu ordinata la svendita dell’Italia ai grandi finanzieri. Mario Draghi – si legge nella nota – uomo legato a Goldman Sachs, cosi’ come lo e’ Romano Prodi, capo del governo per ben due volte, e Mario Monti, imposto nel 2011 da Giorgio Napolitano e tuttora senatore a vita con la capacita’ di essere decisivo nelle decisioni di governo. Mario Draghi, per anni a capo della Bce che lancio’ la politica dell’austerity. Ancora una volta viene sancita la totale subordinazione della politica italiana a decisioni a cui l’Italia non puo’ prendere parte”. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Draghi, Salvini il patriota europeista abbandona il populismo: Lega a disposizione

Prossimo Servizio

Chi ha pagato il lockdown: ristoranti, bar, alberghi, agenzie viaggio, palestre, cinema e teatri

Ultime notizie su Cronaca

Caso Vannacci, la Lega: Giustizia a orologeria

“E’ motivo di orgoglio che un coraggioso servitore della Patria come Roberto Vannacci venga accostato alla Lega”, si legge in una nota del partito. “L’indagine a suo carico conferma il nervosismo di chi teme il
TornaSu

Don't Miss